danielepiazza@crearesito.info

Seo e penalità

Progettazione e sviluppo siti Web

SEO e penalizzazioni, facciamo chiarezza:

La penalizzazione forse il termine più abusato quando si parla di SEO.Esiste parecchia confusione: il termine è usato spesso in modo inproprio e sempre più estensivo.

  1. Ho un calo di traffico sul mio sito senza spiegazioni a portata di mano? Penalizzazione

  2. Oppure si sente spesso “Google mi ha penalizzato per duplicazioni!”

  3. o ancora “i pop-over mi penalizzano!

La penalizzazione in senso stretto è un gravame (un contrappeso negativo) che insiste su una singola risorsa, un gruppo di risorse o un sito in quanto tale, con “granularità” variabile. Ovvero può riguardare una determinata risorsa per una determinata parola chiave, oppure una risorsa per molte parole chiave oppure un sito per una o molte o tutte le parole chiave, o in casi estremi addirittura la scomparsa totale dalle SERP (Per il significato dei termini SERP o SEO leggi La seo di Google). Il punto principale, il nostro focus deve essere sul contrappeso negativo. Nelle penalizzazioni vere e proprie Google applica intenzionalmente un avviso (flag) a una determinata risorsa/sito al fine di abbassarne la visibilità, con ripercussioni più o meno drammatiche sul traffico.Per capire questi processi applicati da Google dobbiamo porci delle domande tipo: perché esistono delle penalizzazioni?

Tramite queste azioni Google vuole raggiungere il solo scopo di fare pulizia nelle SERP per favorire i siti e le risorse che restituiscono valore alle persone. La penalizzazione è subentrata come azione necessaria quando troppe persone hanno cercato di ottenere il massimo della resa con il minimo sforzo. Ma arriviamo al sodo… Quali sono le pratiche più diffuse che ci mettono a rischio penalizzazione o in alcuni casi la fanno scattare con certezza?

SEO di Google

 

Eccole:

  • Cloaking: un’accortezza tecnica che permette di servire una versione diversa del sito a seconda del fatto che sia un essere umano o un motore di ricerca a richiederlo; Google reagisce severamente e in maniera molto veloce a questa tecnica.

  • Keyword stuffing: cioè ripetere un numero eccessivo di volte una parola chiave/espressione: si tratta di una delle pratiche SEO più antiche è non c’è un limite definito entro il quale stare; il suggerimento è questo: facciamo leggere il testo ad un altro essere umano, se la reazione è di un testo troppo pesante alla lettura forse abbiamo superato il limite.

  • Testo nascosto: (indipendentemente dal tecnicismo): altra vecchia tecnica oggi facilmente individuabile da parte di Google.

  • Pubblicazione di contenuti protetti da diritto d’autore: per i quali non abbiamo i diritti di distribuzione: c’è stato un aggiornamento ufficiale di Google, nel 2012 denominato DMCA Penalty (Pirate).

  • Page layout algorithm: quando c’è troppa pubblicità nella parte alta della pagina (più esposta ai click) introdotta a gennaio 2012.

  • Link a pagamento: non si può ne comprarli ne venderli perchè, di base lo si fa per alternare (migliorare) il proprio posizionameto infischiandosene dei principi meritocratici dell’algoritmo. Il numero uno dei motori di ricerca ha penalizzato anche se stesso nel 2009 in particolare la sua divisione giapponese, per chi volesse approfondire Search engine land.

  • Link spam

  • Malware

  • ricevere troppi link da un solo sito web

  • ricevere troppi link dalla stessa classe IP

  • ricevere troppi link con la stessa àncora o dalla stessa posizione in pagina per sempio piè di pagina

  • ricevere troppi link da siti di bassa qualità

  • ricevere troppi link da siti che non hanno rilevanza con la nostra area semantica

  • un ottenimento troppo veloce nel tempo di nuovi backlink.

Quando Google rileva grosse violazioni che hanno a che fare con i link, reagisce molto severamente, senza guardare nessuno in faccia: sono famose in ambito SEO le penalizzazioni di brand del calibro di JC Penney, Overstock, Interflora, BBC, e anche il Washington Post.

Con la mia Consulenza SEO il tuo sito scalerà i motori di ricerca una volta per tutte

La mia consulenza SEO copre le seguenti aree:

  • Analisi keyword e competitors;
  • Verifica dell’indicizzazione del sito web e suo stato attuale;
  • Implementazione sitemap.xml e robots.txt;
  • Tracciare i visitatori e implementare Google Analytics per misurare il traffico al tuo sito;
  • Impostare una strategia di link building e capire come gestirla correttamente;
  • Generare report SEO una tantum o periodici e inviarteli per mail;
  • Verifica stato attuale del posizionamento e implementazione Search Console;
  • Comprendere e conoscere i principali fattori SEO che incidono sul posizionamento del nostro sito;
  • Gestire i fattori di posizione e quindi capire come ottimizzare il tuo sito web operativamente;
  • Generare contenuto di qualità e capire cosa è veramente un contenuto di qualità;
  • Prevenzione dalle penalizzazioni SEO e quindi cosa fare e cosa NON fare.

Cosa aspetti se non hai visibilità su Google non puoi aumentare i tuoi clienti!

Chiedi un preventivo gratuito